I nostri ricercatori

TORNA INDIETRO
Nome e cognome: Stefano Visentin
Qualifica: Ricercatore universitario
Università: Università degli Studi di Urbino
Dipartimento: Economia Società Politica
Sett. scientifico-disciplinare: SPS/02
Curriculim:

Stefano Visentin è nato a Padova l'1.4.1963.

o 30 Novembre 1990: si laurea con lode, con una tesi in Storia della Filosofia Politica (relatore Prof. Giuseppe Duso) dal titolo "Potentia e potestas nella filosofia politica di Spinoza".
o Gennaio 1991-Marzo 1992: opera presso la segreteria scientifica del Comitato per le Celebrazioni Galileiane dell'Università di Padova con l'incarico di svolgere indagini bibliografiche intorno al periodo di permanenza di Galileo a Padova.
o Anno Accademico 1991-92: ottiene l'ammissione al VII ciclo del dottorato di ricerca in "Storia del pensiero politico e delle istituzioni politiche", presso il Dipartimento di Studi Politici dell'Università di Torino.
o 23-27 Marzo 1992: partecipa con una borsa di studio al seminario Caso e libertà tenuto dal Prof. Wiehl presso l'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli.
o 19 Agosto-16 Ottobre 1992: risiede a Berlino e a Wolfenbüttel per compiere alcune ricerche di carattere bibliografico inerenti all'argomento della sua tesi di dottorato.
o 24-26 Settembre 1992: partecipa al Convegno Internazionale Freiheit und Notwendigkeit. Die Gegenwart Spinozas im etischen und politischen Diskurs der Neuzeit, organizzato a Lipsia dalla Spinoza Gesellschaft.
o 7-8 Novembre 1992: partecipa come discussant al seminario sul pensiero di G. Deleuze Un pensiero forte della differenza ontologica, organizzato presso l'Istituto Filosofico Aloisianum di Gallarate.
o 13-15 Maggio 1993: partecipa al Convegno Spinoza. Puissance et ontologie, organizzato dal College International de Philosophie di Parigi.
o 15 Settembre-31 Ottobre 1993: periodo di permanenza ad Amsterdam per un approfondimento del lavoro di tesi. Entra in contatto con il gruppo di ricerca spinozista dell'Erasmus Universiteit di Rotterdam.
o 1 Marzo-17 Maggio 1994: secondo periodo di permanenza ad Amsterdam, inteso ad una consultazione di opere politiche olandesi del XVII secolo in relazione con l'argomento della tesi di dottorato.
o Dicembre 1994: ottiene un finanziamento dalla Fondazione Luigi Firpo (Centro di Studi sul pensiero politico) per avviare un progetto di ricerca intorno alla ricezione di Machiavelli nel dibattito politico dell'Olanda del XVII secolo.
o 25 Aprile-10 Luglio 1995: risiede ad Amsterdam, Leiden e L'Aia per iniziare la consultazione della letteratura dell'epoca
o 14-15 dicembre 1995: partecipa al Convegno internazionale Spinoza. Tradizioni e verità, organizzato a Milano dall' "Associazione italiana degli Amici di Spinoza", presentando una relazione dal titolo: Profezia e comunità. Il linguaggio profetico nella pratica dei Collegianti e nel Trattato teologico-politico di Spinoza.
o 19 dicembre 1995: discute la tesi di dottorato ("Il concetto di democrazia nel pensiero di Spinoza, con particolare attenzione al dibattito politico e religioso nell'Olanda dell'epoca"; tutor Prof. Anna Maria Lazzarino Del Grosso, co-tutor Prof. Silvia Rota Ghibaudi), ottenendo il titolo di dottore di ricerca
o A.A. 1995-96: partecipa con una relazione su Potere e potenza nella filosofia politica di Spinoza al Seminario di filosofia politica sulla storia dei concetti politici per il corso di dottorato di ricerca in filosofia dell'Università di Padova. 
o A.A. 1996-1997: sostiene un ciclo di lezioni sulla filosofia politica di Spinoza e sui suoi rapporti con le teorie del giusnaturalismo moderno per l'insegnamento di Storia della filosofia politica all'Università di Padova.
· A.A. 2000/2001: partecipa alla ricerca di interesse nazionale Il conflitto. Figure e trasformazioni teoriche, politiche e istituzionali in età moderna e contemporanea, diretta dal Prof. Carlo Galli, come membro, nell'unità di ricerca attivata presso l'Università di Padova e diretta dal Prof. Giuseppe Duso.
· 3-4 novembre 2000: partecipa al Seminario di studi su Libertà e comunità in Spinoza, organizzato a Napoli dall'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici
· 4 maggio 2001: tiene una lezione su La democrazia in Spinoza per il corso di Storia delle dottrine politiche (docente Prof. Anna Maria Lazzarino Del Grosso) della Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Genova
· novembre 2001: ottiene un assegno di ricerca presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Urbino (settore: Storia delle dottrine politiche), sul seguente progetto di ricerca: "Molteplicità ed eterogeneità dei paradigmi nel pensiero politico moderno tra Cinque e Seicento"
· marzo-aprile 2002: tiene un modulo di lezioni per l'insegnamento di Storia delle dottrine politiche (docente Prof. Alessandro Pandolfi )sulla storia concettuale in Germania e in Italia
· 1-2 marzo 2002: partecipa all'incontro di studio su Guerra, conflitto e giustizia tra tardo Medioevo e prima età moderna, organizzato a Padova dal Centro Italiano per la Ricerca sul Lessico Giuridico e Politico Europeo con una relazione dal titolo "Guerra alla guerra. La potenza costituente del linguaggio in Sébastien Castellion"
· 21 marzo 2002: interviene presso il dottorato di ricerca di Storia del pensiero politico e di filosofia politica presso l'Università di Padova, all'interno del seminario riguardante "La democrazia e i suoi problemi", con una relazione su Teoria e pratica della democrazia in Spinoza
o E' collaboratore delle riviste "Filosofia Politica", "Il Pensiero Politico", e della rivista on-line "Etica e Politica".
o Durante questi anni ha partecipato con continuità all'attività del gruppo di ricerca sulla storia dei concetti politici, con finanziamenti M.U.R.S.T. 40-60 e C.N.R., coordinato dal Prof. Giuseppe Duso.


Maggiori informazioni sono disponibili cliccando sull'icona sottostante.

 

 

 

Download:
Documento Download