I nostri ricercatori

TORNA INDIETRO
Nome e cognome: Carla De Pascale
Qualifica: Professore ordinario
Università: Università di Bologna
Dipartimento: Scienze Filosofiche
Sett. scientifico-disciplinare: M-FIL/06
Curriculim:

Laureata in Filosofia nel 1973 e in Lettere nel 1978, dopo essere stata assegnista presso la cattedra di Filosofia della politica a Siena nel 1974 e presso la Cattedra di Filosofia morale a Firenze dal 1978, nel 1981 diventa ricercatrice confermata. Nel 1988 è professore associato di Storia della filosofia all'Università di Bologna, dove diventa professore ordinario nel 2001. I suoi principali temi di ricerca riguardano la filosofia classica tedesca, da Kant all’idealismo a Schopenhauer e Nietzsche, nei settori della filosofia politica, filosofia della storia, filosofia morale, filosofia teoretica, storia e storia delle istituzioni; neoclassicismo, preromanticismo e movimento romantico in Germania (da F. Schlegel, Novalis, F. von Baader a A. Müller e F. J. von Stah, fino al Nachmärz) e in Francia; il tradizionalismo francese; ricerca sul fondo manoscritti di J. Moleschott (Archiginnasio di Bologna); Aufklärung, sia la ‘filosofia della scuola’ (A.G. Baumgarten), sia la ‘filosofia popolare’ (Ch. Garve); lo “storicismo” e il “giusnaturalismo” nell'Italia del dopoguerra, con particolare riguardo alle interpretazioni della filosofia tedesca fra '700 e '800. Studi sulla Verfassungsgeschichte sfociati in indagini sulla nozione di “costituzione” e la sua storia, in Germania e in Italia tra fine Settecento e metà Ottocento (i ‘giacobini’ napoletani, la filosofia politica di W. von Humboldt, le origini del concetto di Rechtsstaat, l’idea di nazione in Germania, da Fichte alla Scuola storica, in Francia da Constant a Tocqueville, in Italia da Mazzini a Romagnosi, Gioberti e B. Spaventa). Collabora con le riviste "Il pensiero politico", "Studi kantiani", "Fichte-Studien"; è nel comitato di direzione della rivista "Filosofia Politica". Fa parte del Vorstand della International J.G. Fichte Gesellschaft. Tra le sue pubblicazioni: Giustizia (Il Mulino, 2010); Le droit cosmopolitique comme synthèse du droit, in Raison pratique et normativité chez Kant, sous la dir. de J.-F. Kervégan, Lyon, Ens, 2010, pp. 199-211; Geselligkeit und Gesellschaft bei Fichte, in “Jahbuch der Juristischen Zeitgeschichte”, Bd. 13, 2012, pp. 120-139; Kommentar zu Fichte on Recognizing Potential Persons von Heikki Ikäheimo, in Autonomie und Normativität, hrsg. von K. Seelmann und B. Zabel, Tübingen, Mohr Siebeck, 2014, pp. 57-68.

Download:
Documento Download